Quante foto sono comprese nel servizio?Quante foto sono comprese nel servizio di matrimonio? Bella domanda. Come quella che mi ha fatto qualche tempo fa una coppia di futuri sposi:

“Altri fotografi ci hanno detto che gli scatti sono da 800-1000 foto. Su cosa e’ basato la stima di 500? Sto chiedendo solo perché sembra una grande differenza”.

Avrei potuto rispondere, molto semplicemente: ok, benissimo, se è quello che volete andate pure da quel fotografo. Invece no: ho preferito argomentare il perché di quel numero. Vediamolo assieme.

In media durante un matrimonio io e la mia assistente portiamo a casa più o meno 2500 immagini. 500 è la media delle foto che vengono prima selezionate e poi elaborate (post-prodotte) in studio.

Questo significa che ogni singola foto scattata viene valutata ed eventualmente scelta in base sia a criteri tecnici che narrativi.

Di quelle che vengono scelte poi si fa un lavoro di correzione su colori, contrasti, tonalità e resa generale per realizzare un lavoro omogeneo.

Le immagini vengono infine consegnate già ottimizzate per la stampa e la visione a video.

Per intenderci: non si ritorna a casa, si scaricano le schede e si consegna tutto quello che è venuto fuori. No. Magari. Sarei molto più tranquillo (e forse pure più ricco!).

Negli anni ho maturato la convinzione che, per un servizio della durata di tutto il giorno, 500 immagini consegnate siano il giusto mix di quantità, qualità e prezzo del mio lavoro. Il resto sono scarti.

E’ vero che alcuni fotografi, probabilmente, consegnano 1000/2000 immagini (e magari subito) ma, i casi sono 2:

1) tantissime foto/prezzo basso: poca o nessuna lavorazione sulle immagini, aspettando eventualmente che il cliente scelga (e ovviamente passano i mesi…). Comodo, no? Da qui si capisce anche il motivo del prezzo più basso e della quantità superiore di foto consegnate.

2) tantissime foto/prezzo alto: la post produzione richiede tempo. Chi consegna una marea di immagini elaborate, in genere, giustamente, si fa pagare.

C’è anche un terzo caso: si consegna una piccola selezione ristretta di 150/200 foto elaborate e tutto il resto delle foto senza elaborazione. Soluzione che io non amo. Le foto che escono dal mio studio sono tutte elaborate. Punto. A volte di più, a volte di meno ma sono tutte elaborate, per il semplice fatto che la fotocamera (qualsiasi fotocamera), per limiti tecnologici, non mi restituisce quello che io vedo o che vorrei, quindi è necessaria un’ulteriore “sistemazione”.

Avere tutte le foto scattate, a mio parere, non ha alcun senso. Faccio un esempio pratico: quando andiamo a comprare un mobile, a noi interessa il mobile finito, non pretendiamo anche i pezzi di legno che sono stati tagliati per rifinirlo. Così funziona per un servizio fotografico. A volte servono diversi scatti per ottenere quello giusto, ma è solo quello giusto che poi viene consegnato. Gli scarti non aggiungono nulla, anzi tolgono valore al lavoro: sarebbe un po’ come ordinare un vino pregiato per poi farci aggiungere l’acqua!