Fotografo di matrimonio: il preventivo in 10 punti

Preventivo per servizio fotografico di matrimonio: mi arrivano spesso, tramite email, parecchie richieste. E fin qui nessuna novità. Il problema è che tante vanno subito al punto cruciale: “Hey Giacomo… quanto si spende per un servizio di matrimonio??” senza specificare altro nulla. Nemmeno la data della cerimonia. Ora, tralasciando il fatto che un fotografo di matrimonio dovrebbe essere scelto perché se ne apprezza il modo di lavorare e non sulla base del prezzo dei suoi servizi (vince chi è più basso?), a questo punto, vorrei chiarire alcune cose sulla fatidica questione dei preventivi per i servizi di matrimonio.

Prima di partire con l’elenco delle cose che mi serve sapere per poter elaborare un preventivo, è bene ricordare ancora una volta che il mio stile è quello del reportage, il quale si contrappone al servizio classico posato, eccetera… cose che ho ripetuto fino alla noia. Per tutte le ulteriori informazioni potete visitare la pagina apposita… dove spiego tutto quello che c’è da sapere. Detto questo, se vi piace come lavoro, potete fare il prossimo passo e chiedermi un preventivo. Se non vi piace, bè… allora non sono il fotografo che fa per voi… amici come prima.

Supponendo quindi che vi piaccia il mio stile, quali sono le cose che mi dovete comunicare per avere un preventivo? Niente di particolare, solo alcuni elementi essenziali che non mi serviranno per farmi gli affari vostri ma bensì per poter predisporre un conteggio corretto. Vediamoli punto per punto.

1) DATI PERSONALI. Nome, Cognome, numero di telefono e indirizzo email. Sembra un’ovvietà ma quasi tutti dimenticano qualcosa. Soprattutto il numero di telefono. Prima di “fare” qualsiasi prezzo mi piace parlare a voce con i clienti, meglio ancora mi piace vederli a quattr’occhi. Se non mi lasciate un recapito telefonico, non potrò ricontattarvi… quindi non avrete il preventivo.

2) DATA DELLA CERIMONIA. E’ bene specificare la data in cui si svolgerà l’evento perchè sfortunatamente proprio in quel giorno potrei già essere occupato… e considerato che posso svolgere solo un servizio alla volta, vi dirò subito se sono disponibile o no.

3) LUOGO DELLA CERIMONIA. Non ho problemi a spostarmi in tutta la Sardegna e anche fuori se necessario ma è bene saperlo prima. Un servizio a Olbia e uno a Cagliari per me hanno spese diverse, quindi anche il preventivo sarà diverso.

4) ORARIO DELLA CERIMONIA. Di mattina o di sera? Ci sono altre esigenze? Specie per i matrimoni fuori sede, conoscere i tempi della cerimonia è fondamentale per quantificare al meglio i costi.

5) NUMERO INDICATIVO DEGLI INVITATI. Sembra una cosa superflua ma non è così. Riprendere una cerimonia con 400 persone o 40 non è esattamente la stessa cosa.

6) COPERTURA ORARIA. In linea di massima, per quante ore volete che io sia presente al vostro matrimonio? 4, 8, 10, 12? Volete riprendere tutte le fasi (preparativi, cerimonia, rinfresco, altro) oppure solo alcune? Per me non c’è problema ma lo devo sapere prima.

7) SOLO FOTO O ANCHE VIDEO? Diverse coppie, oltre alle foto, mi chiedono anche il filmato del matrimonio, quindi se siete interessati anche al video è meglio specificarlo subito.

8) SERVIZI AGGIUNTIVI RICHIESTI. In sostanza, l’album delle foto ed eventuali stampe, libri ecc. Quando per motivi di distanza non si riesce a incontrarsi di persona per discutere il preventivo, i servizi aggiuntivi di solito preferisco valutarli in seguito: non mi piace proporre un prodotto senza che se ne abbia prima la possibilità di vederlo e toccarlo con mano.

9) VARIE ED EVENTUALI. Qualsiasi cosa vi venga in mente che possa aiutarmi a stimare il costo del servizio.

10) ALTRO. Ok… in effetti i punti erano 9… ma 10 suonava meglio! :-)

Queste sono in generale tutte le cose che più o meno ogni fotografo professionista vi chiederà prima di farvi avere un preventivo di spesa per un servizio fotografico di matrimonio, quindi tanto vale chiarirle prima a se stessi e poi contattare il fotografo!

2020-04-01T10:17:47+00:00

Leave A Comment