Sei piu’ bella di quanto credi!

Nel mio lavoro di fotografo di matrimoni sono chiamato ad uno dei compiti più impegnativi che un professionista possa affrontare: una sposa durante il suo grande giorno.

Molte future spose si rivolgono a me perché non vogliono l’assillo delle pose classiche. O perlomeno, dicono questo.

E fin qui siamo d’accordo.

Poi però, scavando un pò più a fondo, saltano fuori altri indizi di “colpevolezza”: alcune mi chiedono palesemente di nascondere gli eventuali difetti, altre non dicono nulla ma glielo si legge in faccia. Ed è una cosa che mi rattrista molto. Perché non ne vedo il motivo.

Il fatto è questo: io non faccio il fotoritoccatore con Photoshop. Quel tipo di lavoro lo lascio a chi si occupa di moda, ovvero una bellezza costruita al computer, una cosa che non esiste e viene creata ad hoc per gli standard (falsi) di un’industria, quella della moda, appunto (un giorno approfondirò anche questo argomento).

Io invece faccio il fotografo di reportage: dal punto di vista estetico racconto la realtà cercando di valorizzare le persone, non di mascherarle artificialmente. Ne osservo i pregi e faccio in modo che questi vengano esaltati in maniera armoniosa nelle mie immagini. Ovviamente osservo anche i difetti e cerco di renderli meno evidenti. Ma non ritocco mai una persona per farla sembrare ciò che non è. Non lo trovo giusto e non rientra nel mio concetto di fotografia di matrimonio.

Mi piace la bellezza naturale che deriva dall’accettazione di sè, dei propri pregi e dei propri difetti, sia fisici che caratteriali. Sono convinto che la bellezza di una donna (ma anche di un uomo) sia la somma dei diversi aspetti della persona, che vanno ben oltre le sole caratteristiche fisiche.

Ho fatto tutto questo preambolo sulla bellezza perché vi voglio mostrare un breve filmato che troverete alla fine di questo articolo e che sono certo vi farà riflettere.

Questo video su YouTube è stato visualizzato già da oltre 6,6 milioni di persone. Si tratta di una pubblicità del noto marchio Dove.

La descrizione che accompagna il video è questa:

Una donna e’ il proprio peggior nemico quando si parla di bellezza. Solo il 4% delle donne al mondo si considera bella. Noi di Dove ci impegniamo a promuovere un mondo in cui le donne imparino ad amarsi di più e quindi a trarre fiducia e sicurezza dal proprio aspetto fisico. Così abbiamo condotto un esperimento sociale per esplorare e mostrare loro come si vedono, e come le vedono gli altri. Ecco cosa è successo…

E’ successo che un’artista forense (quelli che fanno gli identikit per la polizia, per intenderci) ha chiesto a diverse donne di descriversi fisicamente mentre lui ne eseguiva un ritratto. Poi ha chiesto ad altre persone di descrivere la donna appena ritratta e ne ha disegnato un secondo ritratto. Una volta terminato, ha affiancato i due disegni e li ha mostrati alle persone ritratte. Risultato? Il ritratto disegnato con le indicazioni della protagonista era più brutto e cupo mentre quello realizzato con le indicazioni di altre persone era più aperto e solare, felice.

La maggior parte delle donne passano il tempo ad analizzare i loro difetti fisici, che diventano sempre più grandi ai loro occhi. Quel che dimenticano, però, è di valorizzare i pregi, finendo così per non vederli nemmeno più.

Ecco, mia cara futura sposa, dico a te: pensa a valorizzare i tuoi pregi, impara ad apprezzare di più ciò di cui vai fiera. Sii amica di te stessa, non nemica.

Ricorda: sei più bella di quanto credi.

2020-07-30T09:37:27+00:00

Leave A Comment